Il potere dell’acqua

L’idratazione è fondamentale non solo per la pelle, ma per il corretto funzionamento del nostro corpo, indipendentemente dall’età. Idratare a 360 gradi significa agire dall’interno e dall’esterno.

Ne sono passate di ere geologiche da quando eravamo pesci in un mare primordiale, ma da allora l’acqua non ha mai smesso di rappresentare l’elemento principale per la nostra vita. L’idratazione è alla base della salute e del buon funzionamento dei nostri organi. E se consideriamo che la pelle è il nostro organo più esteso, appare evidente quanto sia importante un corretto apporto di idratazione a 360 gradi per assicurarle uno stato ottimale. Se il nostro organismo è in deficit di acqua, visivamente la nostra pelle sarà la prima a mostrarne i segni.

Assumere acqua ci aiuta a ripristinare l’idratazione che il nostro corpo ha perso durante i suoi processi metabolici, attraverso la sudorazione e la respirazione, e con la rimozione delle tossine. L’acqua costituisce quindi un nutriente fondamentale per le nostre funzioni fisiologiche quotidiane, come la corretta digestione, il mantenimento della salute della pelle, la lubrificazione dei nostri occhi e delle nostre giunture. È dunque importante assicurarci di assumere una quantità di acqua sufficiente ai bisogni del nostro corpo.

Quanta acqua?

Bisogna tenere a mente che circa il 20% dell’acqua che assumiamo, proviene dal cibo: frutta, verdure a foglia larga, peperoni, cetrioli, sono solo alcuni degli alimenti utili a questo scopo. Secondo studi recenti condotti sulle bevande a base di caffeina, come tè e caffè, sarebbe possibile includere anche queste ultime nel conteggio della quantità d’acqua assunta giornalmente, contrariamente a quanto si credeva in passato.

Come fare per assicurarci di assumere abbastanza acqua? Sicuramente la prima cosa da fare è ascoltare il nostro corpo. Lo stimolo della sete resta un indicatore fondamentale a questo scopo, anche se non sufficiente. Questo perché i meccanismi che regolano i fluidi e gli stimoli della sete, decrescono col passare del tempo. Inoltre nei bambini e talvolta negli atleti, gli stimoli della sete non sarebbero sufficienti a proteggere dal rischio di disidratazione.

Dunque, quanta acqua bere? Le linee guida dell’European Food Safety Authority (EFSA) indicano a grandi linee come regolarsi, tenendo conto delle possibili variabili, tra cui età e genere.

Ad esempio, per adulti e anziani:

  • femmine 2 L/giorno
  • maschi 2,5 L/giorno.
Idratare la pelle dall’esterno

Non esiste una pelle che non tragga benefici da una corretta idratazione: giovani o mature, maschili o femminili, secche o miste, tutte le pelli giovano di un corretto apporto di acqua, che avviene dall’interno ma anche dall’esterno, con l’utilizzo di una apposita skincare.

Diversi sono gli ingredienti che provvedono all’apporto di idratazione cutanea, ma uno dei più celebri e hyped è senz’altro l’acido ialuronico. Questo acido è già presente per natura nel nostro organismo, è infatti uno dei componenti dei nostri tessuti connettivi: si trova nelle nostre articolazioni, nei nostri occhi e in quantità maggiore nella nostra pelle. È proprio la presenza di acido ialuronico che le consente di mantenere la sua forma ed elasticità, nonché di ripararsi in caso di lacerazioni o ferite. La perdita di acido ialuronico provoca di conseguenza disidratazione e invecchiamento precoce del tessuto cutaneo. Per nostra natura, la produzione di acido ialuronico diminuisce con l’avanzare dell’età, per questo si rivela utile una skincare mirata a ripristinare una corretta idratazione dell’epidermide.

Cos’è l’acido ialuronico

L’acido ialuronico è un glicosamminoglicano, una molecola ampiamente presente nella nostra matrice extracellulare, ovvero quella sostanza amorfa che circonda le nostre cellule, fungendo non solo da “sostegno” ma anche da canale comunicativo tra di esse.

Scoperto negli anni Trenta, l’acido ialuronico è stato da allora ampiamente studiato per arrivare a comprenderne il ruolo fondamentale nei processi fisiologici delle nostre cellule.

Vediamolo più nel dettaglio. Appartiene alla categoria degli umettanti, ovvero delle molecole in grado di captare e ritenere acqua. Come abbiamo visto, è già ampiamente presente nei nostri tessuti per natura, e da diversi decenni è utilizzato nella maggior parte delle formule cosmetiche di sieri e creme viso.

Ma come agisce l’acido ialuronico?

Il suo raggio d’azione è strettamente legato alle sue dimensioni: può essere ad alto e basso peso molecolare. L’acido ialuronico ad alto peso molecolare, cioe’ la molecola più grande, resta sulla superficie della pelle, mantenendo idratato lo strato più esterno dell’epidermide. L’acido ialuronico a basso peso molecolare, invece, essendo di minori dimensioni, trattiene meno acqua ma riesce a penetrare più in profondità nell’epidermide, garantendo l’idratazione anche dello strato subito sottostante. L’ideale sarebbe ricercare prodotti di skincare che contengano diverse dimensioni molecolari di acido ialuronico. Il risultato del suo utilizzo è una pelle che resta idratata e appare visivamente rimpolpata e liscia, ed è dunque anche in grado di proteggersi creando una barriera superficiale che impedisce la dispersione di acqua durante le ore.

I nostri test

Durante lo sviluppo dei prodotti Aeqium abbiamo condotto moltissimi trial e studi di verifica sulle nostre formulazioni. Uno di questi ci ha restituito il seguente risultato: dopo 60 giorni di utilizzo della crema viso abbinata ai nutraceutici, è stato riscontrato un aumento dell’idratazione cutanea del 44%, unito a un visibile miglioramento dello stato della barriera cutanea e una visibile diminuzione delle rughe di espressione.

Mantenere la pelle idratata è fondamentale per far sì che questa sia in grado di espletare la sua funzione principale: proteggerci.

L’offerta di prodotti idratanti sul mercato è incredibilmente varia, ma è fondamentale optare per soluzioni che siano frutto di una estesa ricerca scientifica, con una formula allo stato dell’arte e ingredienti di qualità. Al di là degli indiscussi benefici estetici di una pelle idratata, è utile tenere a mente che dalla salute della nostra pelle, passa la salute del nostro corpo.

 

Fonti

Kristina Liu, Janelle Nassim, The hype on hyaluronic acid in “Harvard Health Publishing” Jan 23 2020
https://www.health.harvard.edu/blog/the-hype-on-hyaluronic-acid-2020012318653

“No Evidence of Dehydration with Moderate Daily Coffee Intake: A Counterbalanced Cross-Over Study in a Free-Living Population” in US National Library of Medicine, Jan 9 2014
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3886980/

Carmela Paolillo, “Quanto bere” in Ministero della Salute, Direzione generale della prevenzione sanitaria,
http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=4460&area=acque_potabili&menu=vuoto

Harvard School of Public Health, “Water” https://www.hsph.harvard.edu/nutritionsource/water/

Aeqium Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi uno sconto di €25 per il Discovery Set.

Accedi a vantaggi esclusivi, anteprime sui nuovi prodotti, suggerimenti dai nostri esperti: ogni messaggio è un piccolo contributo alla tua bellezza.